DiSTA, Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroambientali

Area di Entomologia "G. Grandi"

FACOLTA' DI AGRARIA UNIVERSITA' DI BOLOGNA

Gli insetti delle piante forestali e inurbate
Piero Baronio

Faggio





Indice degli alberi


Home Entomologia

Orcheste del Faggio
Rhynchaenus fagi L. (Coleoptera Curculionidae)

Sintomi - Foglie bucherellate e/o con mine a piazzola bruno rossicce nella loro metà apicale.
Descrizione
Adulti: mostrano un corpo ovale allungato con colorazione nero sfumata per la presenza di una peluria grigiastra. Le antenne e le zampe sono giallo brune, elitre punteggiate e striate. In lunghezza raggiungono 2-3 mm.
Larve: di forma conica allungata, di colore biancastro con capo nero. A maturità sono lunghe da 5 a 6 mm.
Biologia - Compie una generazione all'anno. L'inverno è trascorso dagli adulti che si riparano nella lettiera o dentro le cavità della corteccia. Questi in primavera escono dai propri ripari per riprendere l'attività trofica, interrotta durante il periodo freddo, rodendo gemme e successivamente sforacchiando foglie. Su di queste in maggio le femmine depongono le uova, in genere una per ciascuna, entro un'intaccatura che praticano sulla pagina inferiore in prossimità della nervatura centrale o su di essa. Da questa le larve, nate dopo 6-10 giorni, cominciano a scavare una galleria di nutrizione che prosegue fra le due epidermidi e si dirige verso la zona distale dalla foglia dove si allarga a piazzola. All’interno di questa, nell'ultima decade di giugno, avviene l'inpupamento entro un piccolo bozzolo sericeo, da cui gli adulti sfarfallano ai primi di luglio. Questi a settembre, dopo aver trascorso un periodo di attività trofica, raggiungono i ripari dove passano l'inverno.
Periodo di dannosità - Dalla primavera fino a tutta estate.
Tecniche di risanamento - Interventi sono possibili solo nel caso di parchi e giardini utilizzando Dimetoato all'inizio della differenziazione delle mine.

R. fagi adultiR. fagi minaR. fagi danni