DiSTA, Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroambientali

Area di Entomologia "G. Grandi"

FACOLTA' DI AGRARIA UNIVERSITA' DI BOLOGNA

Gli insetti delle piante forestali e inurbate
Piero Baronio

Larice

 

Indice degli alberi


Home Entomologia

Minatrice delle foglie del Larice
Coleophora laricella Hubner (Lepidoptera Coleophoridae)

Sintomi - Aghi prima di aspetto biancastro e traslucido, poi ingialliti fino a diventare marrone chiaro.
Descrizione
Adulti: di aspetto grigio bruno e ali dello stesso colore con frange grigio gialle. Apertura alare di circa 9 mm.
Larve: di colore bruno rossiccio e capo nero. Vivono protette all'interno di un astuccio costituito da una porzione distale di ago svuotata; a maturità raggiungono la lunghezza compresa tra 3 e 6 mm.
Biologia - Compie una generazione all'anno e sverna come larva di III età dentro il proprio astuccio sistemato alla base delle nuove gemme. Gli adulti sfarfallano da fine maggio a tutto giugno e le femmine depongono le uova sulla parte distale delle foglie. Le larve schiudono dopo 10 giorni e minano gli aghi penetrandovi completamente all'interno. Negli stadi seguenti si nutrono del mesofillo senza abbandonare l'astuccio protettivo che si sono costruite. Le larve ibernanti in primavera riprendono l'attività trofica e giungono a maturità verso la fine di aprile primi di maggio. L'incrisalidamento avviene dentro alla propria custodia protettiva fissata preventivamente all'interno di un brachiblasto.
Periodo di dannosità - Si protrae da aprile a novembre, con esclusione del periodo di farfallamento.
Tecniche di risanamento - Applicazioni di Diflubenzuron contro le uova ai primi di giugno.


C. laricella adulto C. laricella larva C. laricella astuccio